Fai di www.srifugio.it la tua Homepage
    Aggiungi www.srifugio.it ai preferiti
    Invia un contributo testuale
 
  HOME PAGE

  Gaudete et exsultate (cammino di formazione 2018-2019)
  Preghiera del cuore
  Momenti vissuti e da vivere
  La Chiesa Madre e Maestra
  Il silenzio di Dio
  Leggiamo i Vangeli
  Io accolgo te
  Vita diocesana
  L'infanzia perduta
  DignitÓ umana
  Teillard De Chardin
  Valori e disvalori
  Sulle tracce dei Patriarchi
  Cultura Cattolica
  Storia delle idee
  Stop all'azzardo
  Piccoli amici di Ges¨
  Apriamo i nostri cuori
  La storia della salvezza spiegata ai bambini
  Antologia biblica
  La vigna di Rachele
  Il Papa alle famiglie
  Tra cielo e terra
  Diario di bordo
  La parola del Papa
  Madre Speranza
  Dolore illuminato
  Riflessioni
  Risonanze
  AttualitÓ
  Perfetti nell'amore
  Largo ai poeti
  Testimonianze
  La comunitÓ ci scrive
  Fatti edificanti
  Fatti sconcertanti
  La vita dono di Dio
  Massime
  Risatine
  Ricettario
  Anniversari lieti
  SEZIONI NON FISSE

   Cammino di formazione anni precedenti
  Autostima (2016-2017)
  Occhio alla lente (2016-2017)
  Principi non negoziabili (2016-2017)
  Pensieri di pace (2016-2017)
  Giubileo della Misericordia (2015-2016)
  Misericordiae Vultus (2015-2016)
  Riflessioni sulla bolla (2015-2016)
  Le vie della Misericordia (2015-2016)
  Esperienza di Misericordia (2015-2016)
  Stili di vita (2015-2016)
  L'Etica e lo Stato (2013-2015)
  Gender (2014-2015)
  Favole e VeritÓ (2014-2015)
  Noi genitori (2013-2014)
  La Cresima spiegata ai bambini (2013-2014)
  Lumen fidei (2013-2014)
  La Chiesa e le leggi (2013-2014)
  Fides et ratio (2012-2013)
  Ges¨ spiega i comandamenti (2012-2013)
  I Salmi penitenziali (2012-2013)
  La famiglia alla scuola della Sapienza (2012-2013)
  Giovani tra futuro e fede (2012-2013)
  Il Battesimo spiegato ai bambini (2012-2013)
  Sui passi del tempo (2011-2013)
  I Comandamenti spiegati ai bambini (2011-2012)
  70 volte 7 (2011-2012)
  Le nostre radici (2011-2012)
  Giovani verso il matrimonio (2010-2012)
  Il Catechismo di Pio X (2010-2011)
  Parole piovute dal Cielo (2010-2011)
  Errori e VeritÓ (2010-2011)
  Bambini santi (2010-2011)
  L'Eucaristia spegata ai bambini (2010-2011)
  Filosofie e veritÓ (2009-2010)
  Il sacerdote innamorato di Cristo (2009-2010)
  La TV ci guarda (2009-2010)
  Se non diventerete come bambini (2009-2010)
  Caritas in veritate (2009-2010)
  Piccoli raggi (2008-2010)
  Il catechismo (2005-2010)
   Le sette (2008-2009)
  Missione giovani (2008-2009)
  I nostri talenti (2008)
  Pillole di saggezza (2008)
  Emergenze planetarie (2007-2008)
  Il Vangelo della fede (2007-2008)
  La Via Crucis di S.Leonardo (2007-2008)
  Noi giovani (2005-2008)
  Spazio per l'innocenza (2005-2008)
  Genitori a scuola (2003-2008)
  La Sapienza (2007)
  Vangelo in chiave coniugale e Preghiera a 2 voci (2003-2007)
  Spigolando qua e là (2003-2007)
  Massime e Risatine (2003-2007)
  Provocazioni evangeliche (2004-2007)
  Deus caritas est (2006-2007)
  Con S.Pietro, pietre vive (2006-2007)
  Ut unum sint (2006-2007)
  A piccoli passi (2005-2006)
  Semi di Speranza (2005-2006)
  L'arte di Comunicare (2005-2006)
  Apocalisse (2005-2006)
  Rubriche 2004-2005
  Rubriche 2002-2003
  SEZIONI NON FISSE ANNI PRECEDENTI
 
IL NOSTRO LOGO - ALAM

GIUUGNO 2003

     

"ESSERE E VALERE" Dada Prunotto
Noi LAM, missionari e apostoli, testimoni della fede, membri della chiesa, portatori della Parola in famiglia e nell'ambiente di lavoro; noi LAM chiamati a sostenere il nostro Credo a tutti i costi, con difficoltà e problemi di ogni tipo, che ci pongono talvolta di fronte a scelte eroiche e a rinunce strazianti, in una società che spinge all'indifferenza e che addormenta le coscienze! Proprio a noi che abbiamo scelto di essere vigili uomini di preghiera, capita di sentirci soli di fronte ad una realtà che ci attanaglia spesso e ci schiaccia; è doloroso dover resistere.
Si vedono occhi increduli, persi in un interrogativo senza risposta, guardare ad atti di carità fatti da qualcuno solo per amore. Sembrano quegli occhi domandarti perché lo fai, se l'altro è un estraneo e non sai nulla della sua vita; che utile ne ricavi, dopo tanta "perdita di tempo".
Ho visto occhi pieni di odio, ho subito vendette tremende da chi più ho aiutato e perdonato. Per molti il perdono è una cosa troppo grande, non si può capire; e, quando una cosa non si capisce, bisogna attaccare per difendersi, perché ciò che non si capisce può nascondere un agguato. Per qualcuno il perdono è imperdonabile. Un sorriso e un atteggiamento indifeso nei confronti del nemico, lo lascia perplesso, talvolta lo spiazza, altre volte gli scatena una rabbia incontenibile: costui trama allora per farti del male, ma misura con il suo metro, che è piccola cosa. Non è facile far capire che noi LAM cerchiamo di amare tutti, proprio come ci ha insegnato Gesù; il nostro intento è quello di far "tutto per amore".
"Todo por amor" è il motto che ci contraddistingue e queste non devono essere solo parola, ma fatti concreti.
Fa male vedere occhi increduli, ritrosie, vendette, indifferenza intorno a te quando tu, già di buon mattino, pensi: "Oggi è un altro giorno che Dio mi concede perché mi ama, attraverso il mio prossimo, nella misura in cui io sarò capace di amare, perdonare, sacrificarmi, pregare per il mio fratello prossimo.
Come posso pensare di essere amato da un essere umano se questi non conosce l'amore, non conosce Dio e forse non ama neanche se stesso? La risposta è amarlo comunque e fare in modo che si accorga che io lo amo; perché se sarò credibile, capirà di valere ai miei occhi: questa è la strada per dire, da missionari quali siamo tutti noi LAM, che Dio ci ama infinitamente più di quanto noi sappiamo fare nei confronti dei nostri fratelli prossimi.
Molto spesso è complicato far capire che è il nostro valere come persone e non le ricchezze o il potere che ci fanno importanti. Essere, avere o apparire? A noi LAM la scelta. Io risponderei: essere e valere, perché valere significa amarsi, amare ed essere amato da Dio. Tu hai valore perché sei figlio di Dio, che ti ama infinitamente, prova ad amarlo anche tu e piano piano capirai perché io ho fatto qualcosa per te, perché ti ho perdonato un'offesa, perché non rispondo alle tue provocazioni, perché rimango sereno proprio quando tu pensavi di avermi ferito profondamente.
Dio ci vuole uomini liberi, valenti e amati.
Per concludere la serie di riflessioni sul nostro logo, ho cercato di esprimere in poche parole quale è in fondo la realtà di un Laico dell'Amore Misericordioso nella famiglia, nell'ambiente di lavoro, nella società, nella Chiesa. Non saprei dire altrimenti che ancora una volta è, come la Madre Speranza esortava: "Todo por amor" Sì, sulla nostra barca c'è tanto lavoro da svolgere per costruire la civiltà dell'amore, ma prima di tutto c'è un costruirci quotidiano, e con tenacia, uno spirito d'amore, per diventare credibili agli occhi del prossimo ed a quelli di Dio.
Il logo sottolinea la nostra appartenenza e noi ci sentiamo partecipi dell'Amore di Dio Padre; Figli prodighi ritornati pieni di speranza sulla barca, naviganti dalle fortune alterne, ma accomunati da un unico destino; la vela, sospinta dal soffio dello Spirito, rigonfia di fede, speranza e carità; la Luce ad illuminare la strada maestra e le nostre coscienze.

 

 

Per qualsiasi informazione o se volete partecipare al nostro giornalino inviandoci del materiale scrivete a questo indirizzo
email: s.rifugio@tiscali.it
Ultimo aggiornamento: 5 giugno 2019
 
© Forma e contenuto del sito sono proprietà intellettuali riservate
Questo sito è ottimizzato per Internet Explorer 5 o superiore