Fai di www.srifugio.it la tua Homepage
    Aggiungi www.srifugio.it ai preferiti
    Invia un contributo testuale
 
  HOME PAGE
  Alla scuola di S.Pietro (cammino di formazione 2021-2022)
  Preghiera del cuore
  Momenti vissuti e da vivere
  Madre Speranza nostra catechista
  Dialogo tra Cristo e la Chiesa
  50 domande e risposte sul post aborto
  Sui passi di San Giuseppe
  Economia domestica
  La violenza in famiglia
  Giovani questa è la nostra fede
  Esortazioni Post-Sinodali
  Piccoli Raggi dell'Amore Misericordioso
  Educata / Mente
  In cammino verso la santità
  Il giudizio di Dio
  Lo spirito dell'arte
  Patris corde
  La Chiesa Madre e Maestra
  Il silenzio di Dio
  Leggiamo i Vangeli
  Io accolgo te
  Vita diocesana
  L'infanzia perduta
  Dignità umana
  Teillard De Chardin
  Piccoli amici di Gesù
  Apriamo i nostri cuori
  Antologia biblica
  La vigna di Rachele
  Il Papa alle famiglie
  Tra cielo e terra
  Diario di bordo
  La parola del Papa
  Madre Speranza
  Dolore illuminato
  Riflessioni
  Risonanze
  Attualità
  Perfetti nell'amore
  Largo ai poeti
  Testimonianze
  La comunità ci scrive
  Fatti edificanti
  Fatti sconcertanti
  La vita dono di Dio
  Massime
  Risatine
  Ricettario
  Anniversari lieti
  Sequenza - Avvisi - Messaggi
  SEZIONI NON FISSE

   Cammino di formazione anni precedenti
  Maschio e femmina li creò (2019-2020
  Stop all'azzardo (2017-2018)
  Storia delle idee (2017-2018)
  Cultura Cattolica (2017-2018)
  Sulle tracce dei Patriarchi (2017-2018)
  Valori e disvalori (2017-2018)
  La storia della salvezza spiegata ai bambini
  Autostima (2016-2017)
  Occhio alla lente (2016-2017)
  Principi non negoziabili (2016-2017)
  Pensieri di pace (2016-2017)
  Giubileo della Misericordia (2015-2016)
  Misericordiae Vultus (2015-2016)
  Riflessioni sulla bolla (2015-2016)
  Le vie della Misericordia (2015-2016)
  Esperienza di Misericordia (2015-2016)
  Stili di vita (2015-2016)
  L'Etica e lo Stato (2013-2015)
  Gender (2014-2015)
  Favole e Verità (2014-2015)
  Noi genitori (2013-2014)
  La Cresima spiegata ai bambini (2013-2014)
  Lumen fidei (2013-2014)
  La Chiesa e le leggi (2013-2014)
  Fides et ratio (2012-2013)
  Gesù spiega i comandamenti (2012-2013)
  I Salmi penitenziali (2012-2013)
  La famiglia alla scuola della Sapienza (2012-2013)
  Giovani tra futuro e fede (2012-2013)
  Il Battesimo spiegato ai bambini (2012-2013)
  Sui passi del tempo (2011-2013)
  I Comandamenti spiegati ai bambini (2011-2012)
  70 volte 7 (2011-2012)
  Le nostre radici (2011-2012)
  Giovani verso il matrimonio (2010-2012)
  Il Catechismo di Pio X (2010-2011)
  Parole piovute dal Cielo (2010-2011)
  Errori e Verità (2010-2011)
  Bambini santi (2010-2011)
  L'Eucaristia spegata ai bambini (2010-2011)
  Filosofie e verità (2009-2010)
  Il sacerdote innamorato di Cristo (2009-2010)
  La TV ci guarda (2009-2010)
  Se non diventerete come bambini (2009-2010)
  Caritas in veritate (2009-2010)
  Piccoli raggi (2008-2010)
  Il catechismo (2005-2010)
   Le sette (2008-2009)
  Missione giovani (2008-2009)
  I nostri talenti (2008)
  Pillole di saggezza (2008)
  Emergenze planetarie (2007-2008)
  Il Vangelo della fede (2007-2008)
  La Via Crucis di S.Leonardo (2007-2008)
  Noi giovani (2005-2008)
  Spazio per l'innocenza (2005-2008)
  Genitori a scuola (2003-2008)
  La Sapienza (2007)
  Vangelo in chiave coniugale e Preghiera a 2 voci (2003-2007)
  Spigolando qua e là (2003-2007)
  Massime e Risatine (2003-2007)
  Provocazioni evangeliche (2004-2007)
  Deus caritas est (2006-2007)
  Con S.Pietro, pietre vive (2006-2007)
  Ut unum sint (2006-2007)
  A piccoli passi (2005-2006)
  Semi di Speranza (2005-2006)
  L'arte di Comunicare (2005-2006)
  Apocalisse (2005-2006)
  Rubriche 2004-2005
  Rubriche 2002-2003
  SEZIONI NON FISSE ANNI PRECEDENTI
 
Madre Speranza


MAGGIO 2012

     

Considerazioni Madre Speranzasull’aridità

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

           

           

            Care figlie, dalle vostre lettere ho potuto vedere che alcune di voi soffrono la prova dell'aridità. Coraggio, figlie mie! Tenete presente che spesso il buon Gesù ci manda l'aridità per staccarci dalle creature e anche dallo stesso piacere che incontriamo nella preghiera, affinché poniamo ogni nostra attenzione ad amare soltanto Lui.

            L'aridità è la privazione delle consolazioni spirituali sensibili che favoriscono la nostra meditazione e l'esercizio delle virtù. Nel tempo dell'aridità, quindi, sperimentiamo che, malgrado l'impegno posto nel fare bene la nostra preghiera, non proviamo piacere in essa, ma piuttosto stanchezza e tedio.

            Però, a volte, l'aridità deriva dalle nostre mancanze; dobbiamo allora esaminarci con molta attenzione, figlie mie, ma senza inquietudine, per vedere se a causarla sono state le nostre colpe. Moti più o meno acconsentiti di superbia, di vano compiacimento; o l'essere andate cercando consolazioni umane, sapendo che Dio vuole per sé tutto intero il nostro cuore; oppure mancanza di lealtà con i nostri superiori. Se così fosse, figlie mie, abbiamo ben meritato che Dio ci neghi le sue consolazioni.

            Riconosciute le cause della vostra aridità, umiliatevi, e con cuore sincero chiedete perdono al buon Gesù e, aiutate da Lui, cercate di correggervi.

            Se non ne siete voi la causa, sforzatevi di trarre dalla prova il vantaggio che Dio desidera. Per far questo dobbiamo essere convinte che servire Dio senza alcun piacere è molto più meritorio che farlo con grandi consolazioni.

            Coraggio, figlie mie! Cominciate di nuovo a camminare nella perfezione, tenendo presente che, senza sforzo e costanza, è molto difficile crescere nelle virtù. Convinciamoci che l'opera della nostra perfezione è un lavoro che richiede molto tempo e costanza.

 

            Fa', Gesù mio, che i figli e le figlie ricavino sempre dalle prove il profitto che Tu desideri, e che arrivino tutti a convincersi che servire Dio senza piacere né diletto è molto più meritorio che farlo con grandi consolazioni; che il più perfetto atto d'amore è conformare la propria volontà a quella di Dio.

            Aiutali, Gesù mio, affinché, sempre uniti a Te, nel momento della prova e della tristezza, non si perdano di coraggio, né tolgano nulla agli atti di comunità, alla loro attività e ai loro buoni propositi, ma, imitando Te che nel momento dell'agonia hai pregato più intensamente, preghino e soffrano solo per amor tuo.

            Pregate tutti perché questa vostra madre, aiutata dal buon Gesù, mai si insuperbisca nelle consolazioni, né si scoraggi nelle aridità e nelle prove; che sia sempre costante nell'amarlo e nel dargli quanto Egli le chiede, costi quello che costi.  (Reflex. 41)

 

Torna all'inizio

Per qualsiasi informazione o se volete partecipare al nostro giornalino inviandoci del materiale scrivete a questo indirizzo
email: s.rifugio@tiscali.it
Ultimo aggiornamento: 12 novembre 2021
 
© Forma e contenuto del sito sono proprietà intellettuali riservate
Questo sito è ottimizzato per Internet Explorer 5 o superiore