Fai di www.srifugio.it la tua Homepage
    Aggiungi www.srifugio.it ai preferiti
    Invia un contributo testuale
 
  HOME PAGE

  Gaudete et exsultate (cammino di formazione 2018-2019)
  Preghiera del cuore
  Momenti vissuti e da vivere
  La Chiesa Madre e Maestra
  Il silenzio di Dio
  Leggiamo i Vangeli
  Io accolgo te
  Vita diocesana
  L'infanzia perduta
  DignitÓ umana
  Teillard De Chardin
  Valori e disvalori
  Sulle tracce dei Patriarchi
  Cultura Cattolica
  Storia delle idee
  Stop all'azzardo
  Piccoli amici di Ges¨
  Apriamo i nostri cuori
  La storia della salvezza spiegata ai bambini
  Antologia biblica
  La vigna di Rachele
  Il Papa alle famiglie
  Tra cielo e terra
  Diario di bordo
  La parola del Papa
  Madre Speranza
  Dolore illuminato
  Riflessioni
  Risonanze
  AttualitÓ
  Perfetti nell'amore
  Largo ai poeti
  Testimonianze
  La comunitÓ ci scrive
  Fatti edificanti
  Fatti sconcertanti
  La vita dono di Dio
  Massime
  Risatine
  Ricettario
  Anniversari lieti
  SEZIONI NON FISSE

   Cammino di formazione anni precedenti
  Autostima (2016-2017)
  Occhio alla lente (2016-2017)
  Principi non negoziabili (2016-2017)
  Pensieri di pace (2016-2017)
  Giubileo della Misericordia (2015-2016)
  Misericordiae Vultus (2015-2016)
  Riflessioni sulla bolla (2015-2016)
  Le vie della Misericordia (2015-2016)
  Esperienza di Misericordia (2015-2016)
  Stili di vita (2015-2016)
  L'Etica e lo Stato (2013-2015)
  Gender (2014-2015)
  Favole e VeritÓ (2014-2015)
  Noi genitori (2013-2014)
  La Cresima spiegata ai bambini (2013-2014)
  Lumen fidei (2013-2014)
  La Chiesa e le leggi (2013-2014)
  Fides et ratio (2012-2013)
  Ges¨ spiega i comandamenti (2012-2013)
  I Salmi penitenziali (2012-2013)
  La famiglia alla scuola della Sapienza (2012-2013)
  Giovani tra futuro e fede (2012-2013)
  Il Battesimo spiegato ai bambini (2012-2013)
  Sui passi del tempo (2011-2013)
  I Comandamenti spiegati ai bambini (2011-2012)
  70 volte 7 (2011-2012)
  Le nostre radici (2011-2012)
  Giovani verso il matrimonio (2010-2012)
  Il Catechismo di Pio X (2010-2011)
  Parole piovute dal Cielo (2010-2011)
  Errori e VeritÓ (2010-2011)
  Bambini santi (2010-2011)
  L'Eucaristia spegata ai bambini (2010-2011)
  Filosofie e veritÓ (2009-2010)
  Il sacerdote innamorato di Cristo (2009-2010)
  La TV ci guarda (2009-2010)
  Se non diventerete come bambini (2009-2010)
  Caritas in veritate (2009-2010)
  Piccoli raggi (2008-2010)
  Il catechismo (2005-2010)
   Le sette (2008-2009)
  Missione giovani (2008-2009)
  I nostri talenti (2008)
  Pillole di saggezza (2008)
  Emergenze planetarie (2007-2008)
  Il Vangelo della fede (2007-2008)
  La Via Crucis di S.Leonardo (2007-2008)
  Noi giovani (2005-2008)
  Spazio per l'innocenza (2005-2008)
  Genitori a scuola (2003-2008)
  La Sapienza (2007)
  Vangelo in chiave coniugale e Preghiera a 2 voci (2003-2007)
  Spigolando qua e là (2003-2007)
  Massime e Risatine (2003-2007)
  Provocazioni evangeliche (2004-2007)
  Deus caritas est (2006-2007)
  Con S.Pietro, pietre vive (2006-2007)
  Ut unum sint (2006-2007)
  A piccoli passi (2005-2006)
  Semi di Speranza (2005-2006)
  L'arte di Comunicare (2005-2006)
  Apocalisse (2005-2006)
  Bioetica (2004-2005)
  Vite travagliate(2004-2005)
  SpiritualitÓ nell'arte (2004-2005)
  Relazioni parentali (2004-2005)
  I nostri talenti (2002-2003)
  Virtu eroiche di M. Speranza (2002-2003)
  A servizio della famiglia (2002-2003)
  Forti nella tribolazione (2002-2003)
  Il nostro logo ALAM (2002-2003)
  Contro corrente (2002-2003)
  Preghiera per la pace (2002)
  SEZIONI NON FISSE
 
Ricettario

NOVEMBRE 2012

     

                                Rubrica a cura di Dada                                            

 

MASCARPONE  AL CAFFE’

 

RIngredienti per 4 persone

  • 200 gr. di mascarpone,
  • 4 cucchiai di caffè macinato fine,
  • 100 gr. di zucchero
  • 2 cucchiai di cognac o rum

 

Preparazione:

  • Mettere in una grande scodella il mascarpone e gli altri ingredienti, mescolare bene fino a quando il tutto risulti ben amalgamato.
  • Versare la crema ottenuta in una piccola tazza o coppa di cristallo e servire con biscotti. Volendo si può tenere la crema in frigorifero per qualche ora.

Rimedi della nonna

  • Te: Tamponate la macchia con un panno intriso di acqua tiepida ed alcune gocce di succo di limone: oppure inumidite e versatevi del sale fino: poi sciacquate con acqua e sapone. Sulle tappezzerie è efficace anche una miscela di acqua e ammoniaca. Sui tappeti agite con una miscela di alcool e aceto bianco.
  • Orina: Macchie di orina sul cotone: Per rimuovere le macchie di orina dal cotone sarà sufficiente lavarle con acqua e qualche goccia di ammoniaca. Se la macchia è vecchia tamponatela con del succo di limone, quindi procedete al lavaggio. Sulla lana. I tessuti di lana li pulirete con acqua e perborato eventualmente addizionati con alcune gocce di ammoniaca, risciacquare bene.
  • Gomma da masticare: Le tracce di gomma da masticare si tolgono utilizzando del ghiaccio. Passate il cubetto sopra il chewing-gum che si indurirà e rimuovete con calma i pezzetti. Se la gomma è su un tessuto potrete anche surgelare direttamente il capo all’interno di un sacchetto di plastica e poi grattate via la macchia. I residui li potrete eliminare strofinando le superfici con un batuffolo imbevuto di alcool, trielina, benzina per smacchiare oppure acetone (nel caso in cui vogliate utilizzare questi prodotti sulla moquette occorre fare attenzione ai materiali incollanti di supporto che potrebbero risultare danneggiati). In alternativa a questa soluzione, preparate una miscela di alcool e sale da passare sulla macchia con un panno, quindi sciacquate. Quando la gomma da masticare si attacca ai capelli, utilizzare della crema idratante o del burro e manipolate la ciocca con molta pazienza finché la gomma non si stacca: aiutatevi con un asciugamano.
  • Gonna: Per mantenere ben stirata una gonna in valigia arrotolatela ben stretta e poi infilatela in un tubolare ricavato da una gamba di un collant (magari smagliato e da buttare) tagliatela alle due estremità. Quando la gonna si attacca alla sottoveste o ai collant a causa dell’elettricità che si forma per lo sfregamento tra il tessuto e il nylon, fate passare un sottile filo di rame tra i due indumenti. Questo servirà a scaricarli. 

 

 

 

Torna all'inizio

Per qualsiasi informazione o se volete partecipare al nostro giornalino inviandoci del materiale scrivete a questo indirizzo
email: s.rifugio@tiscali.it
Ultimo aggiornamento: 1 marzo 2019
 
© Forma e contenuto del sito sono proprietà intellettuali riservate
Questo sito è ottimizzato per Internet Explorer 5 o superiore