Fai di www.srifugio.it la tua Homepage
    Aggiungi www.srifugio.it ai preferiti
    Invia un contributo testuale
 
  HOME PAGE

  La coppia alla scuola di San Paolo (cammino di formazione 2017-2018)
  Preghiera del cuore
  Momenti vissuti e da vivere
  Valori e disvalori
  Sulle tracce dei Patriarchi
  Cultura Cattolica
  Storia delle idee
  Stop all'azzardo
  Piccoli amici di Ges¨
  Occhio alla lente
  Principi non negoziabili
  Pensieri di pace
  Autostima
  Giubileo della Misericordia
  Misericordiae Vultus
  Riflessioni sulla bolla
  Le vie della Misericordia
  Esperienza di Misericordia
  Stili di vita
  Apriamo i nostri cuori
  La storia della salvezza spiegata ai bambini
  Antologia biblica
  La vigna di Rachele
  Il Papa alle famiglie
  Tra cielo e terra
  L'Etica e lo Stato
  Diario di bordo
  La parola del Papa
  Madre Speranza
  Dolore illuminato
  Riflessioni
  Risonanze
  AttualitÓ
  Perfetti nell'amore
  Largo ai poeti
  Testimonianze
  La comunitÓ ci scrive
  Fatti edificanti
  Fatti sconcertanti
  La vita dono di Dio
  Massime
  Risatine
  Ricettario
  Anniversari lieti
  SEZIONI NON FISSE

   Cammino di formazione anni precedenti
  Gender (2014-2015)
  Favole e VeritÓ (2014-2015)
  Noi genitori (2013-2014)
  La Cresima spiegata ai bambini (2013-2014)
  Lumen fidei (2013-2014)
  La Chiesa e le leggi (2013-2014)
  Fides et ratio (2012-2013)
  Ges¨ spiega i comandamenti (2012-2013)
  I Salmi penitenziali (2012-2013)
  La famiglia alla scuola della Sapienza (2012-2013)
  Giovani tra futuro e fede (2012-2013)
  Il Battesimo spiegato ai bambini (2012-2013)
  Sui passi del tempo (2011-2013)
  I Comandamenti spiegati ai bambini (2011-2012)
  70 volte 7 (2011-2012)
  Le nostre radici (2011-2012)
  Giovani verso il matrimonio (2010-2012)
  Il Catechismo di Pio X (2010-2011)
  Parole piovute dal Cielo (2010-2011)
  Errori e VeritÓ (2010-2011)
  Bambini santi (2010-2011)
  L'Eucaristia spegata ai bambini (2010-2011)
  Filosofie e veritÓ (2009-2010)
  Il sacerdote innamorato di Cristo (2009-2010)
  La TV ci guarda (2009-2010)
  Se non diventerete come bambini (2009-2010)
  Caritas in veritate (2009-2010)
  Piccoli raggi (2008-2010)
  Il catechismo (2005-2010)
   Le sette (2008-2009)
  Missione giovani (2008-2009)
  I nostri talenti (2008)
  Pillole di saggezza (2008)
  Emergenze planetarie (2007-2008)
  Il Vangelo della fede (2007-2008)
  La Via Crucis di S.Leonardo (2007-2008)
  Noi giovani (2005-2008)
  Spazio per l'innocenza (2005-2008)
  Genitori a scuola (2003-2008)
  La Sapienza (2007)
  Vangelo in chiave coniugale e Preghiera a 2 voci (2003-2007)
  Spigolando qua e là (2003-2007)
  Massime e Risatine (2003-2007)
  Provocazioni evangeliche (2004-2007)
  Deus caritas est (2006-2007)
  Con S.Pietro, pietre vive (2006-2007)
  Ut unum sint (2006-2007)
  A piccoli passi (2005-2006)
  Semi di Speranza (2005-2006)
  L'arte di Comunicare (2005-2006)
  Apocalisse (2005-2006)
  Bioetica (2004-2005)
  Vite travagliate(2004-2005)
  SpiritualitÓ nell'arte (2004-2005)
  Relazioni parentali (2004-2005)
  I nostri talenti (2002-2003)
  Virtu eroiche di M. Speranza (2002-2003)
  A servizio della famiglia (2002-2003)
  Forti nella tribolazione (2002-2003)
  Il nostro logo ALAM (2002-2003)
  Contro corrente (2002-2003)
  Preghiera per la pace (2002)
  SEZIONI NON FISSE
 


OTTOBRE 2012

     

INTRODUZIONE Dada

 

            SALMI 1Passano i secoli e la storia dell’uomo cambia; l’uomo inventa, scopre e forgia cose nuove; scopre nuovi mondi, s’immerge e scopre nuovi orizzonti. C’era l’homo faber, ora c’è l’homo tecnologicus e, accanto a questi, da sempre, c’è l’homo artifex. E’ l’uomo capace di guardare l’ambiente in cui vive con occhio particolare, che più di altri sa cogliere l’attimo fuggente, che sa riconoscere e cogliere le vibrazioni dell’animo sempre con meraviglia e stupore, come un bambino. Egli porta nella sua arte tutto il mondo, che ha trasformato dentro di sé, nella mente e nel cuore, sapientemente esaltati, facendo vibra-re le corde del proprio spirito.

            Le immagini rupestri erano la riproduzione del mondo primitivo, del vivere del tempo. Vediamo nei graffiti anche l’espressione di un certo compiacimento per il movimento che l’homo artifex sapeva riprodurre con grande efficacia di tratto negli animali in corsa e nell’uomo inseguitore o inseguito.

            Col passar dei millenni tutto si trasforma, si plasma, si rinnova e l’uomo segue questa costante dinamica cambiando l’ambiente dove opera e si muove o modificandolo, creando o dissacrando.

            Oggi i filosofi parlano di “pensiero debole” di solipsismo, di relativismo, di alienazione, di superficialità. Tutte cose che sono specchio del nostro tempo. L’uomo pare aver perso se stesso, che significa aver perso l’anima, di una corsa verso qualcosa di indefinito. Gli idoli hanno sostituito Dio, si rincorre l’infelicità e il divertimento diventa un inconsapevole calvario. Si dice che un popolo lo si può valutare da come mangia, come prega e come si diverte. E’ vero.

            Oggi la disperazione dilaga; l’essere umano non è più fedele a Dio né all’uomo stesso. Cerca stimoli forti per verificare se è vivo; e ciò gli pare divertimento, c’è chi tocca il fondo e poi risale con volontà e fatica verso la dignità che non conosceva: è il testimone più autentico di questa nostra epoca confusa e sofferente. Quest’uomo rigenerato è veramente capace di trasformare il mondo, fattosi consapevole, ora sa veramente di avere uno spirito, che è vita vera.

            L’uomo di oggi è come l’uomo dei passati millenni quando, capace di fare silenzio nel suo cuore, ascoltava la voce dell’anima da cui nasceva un canto di lode a Dio, di adorazione riconoscente nella ricerca fiduciosa di sostegno, pentito nel dolore di aver offeso il suo Dio.

            Così sono nate tante opere d’arte nella storia dell’uomo; così sono nati i Salmi, il Cantico dei Cantici, l’Apocalisse…

            L’uomo può essere artista in ogni epoca storica, basta che si abbandoni al suono, sempre melodioso, del suo spirito e sappia staccarsi dal cercare ciò che procura soltanto un piacere volatile, che rende muto il cuore.

            L’uomo artista, infine, è quello che vuole stare vicino a Dio, perché con Lui solo può creare la felicità vera.

            Vedremo prossimamente di leggere insieme qualche Salmo cercando, come l’uomo dei tempi passati, di fare silenzio per ascoltare le vibrazioni dell’anima e, facendo risuonare lo Spirito, scintilla creatrice di Dio.

 

Torna all'inizio

Per qualsiasi informazione o se volete partecipare al nostro giornalino inviandoci del materiale scrivete a questo indirizzo
email: s.rifugio@tiscali.it
Ultimo aggiornamento: 28 aprile 2018
 
© Forma e contenuto del sito sono proprietà intellettuali riservate
Questo sito è ottimizzato per Internet Explorer 5 o superiore