Fai di www.srifugio.it la tua Homepage
    Aggiungi www.srifugio.it ai preferiti
    Invia un contributo testuale
 
  HOME PAGE

  Gaudete et exsultate (cammino di formazione 2018-2019)
  Preghiera del cuore
  Momenti vissuti e da vivere
  La Chiesa Madre e Maestra
  Il silenzio di Dio
  Leggiamo i Vangeli
  Io accolgo te
  Vita diocesana
  L'infanzia perduta
  Dignità umana
  Teillard De Chardin
  Valori e disvalori
  Sulle tracce dei Patriarchi
  Cultura Cattolica
  Storia delle idee
  Stop all'azzardo
  Piccoli amici di Gesù
  Apriamo i nostri cuori
  La storia della salvezza spiegata ai bambini
  Antologia biblica
  La vigna di Rachele
  Il Papa alle famiglie
  Tra cielo e terra
  Diario di bordo
  La parola del Papa
  Madre Speranza
  Dolore illuminato
  Riflessioni
  Risonanze
  Attualità
  Perfetti nell'amore
  Largo ai poeti
  Testimonianze
  La comunità ci scrive
  Fatti edificanti
  Fatti sconcertanti
  La vita dono di Dio
  Massime
  Risatine
  Ricettario
  Anniversari lieti
  SEZIONI NON FISSE

   Cammino di formazione anni precedenti
  Autostima (2016-2017)
  Occhio alla lente (2016-2017)
  Principi non negoziabili (2016-2017)
  Pensieri di pace (2016-2017)
  Giubileo della Misericordia (2015-2016)
  Misericordiae Vultus (2015-2016)
  Riflessioni sulla bolla (2015-2016)
  Le vie della Misericordia (2015-2016)
  Esperienza di Misericordia (2015-2016)
  Stili di vita (2015-2016)
  L'Etica e lo Stato (2013-2015)
  Gender (2014-2015)
  Favole e Verità (2014-2015)
  Noi genitori (2013-2014)
  La Cresima spiegata ai bambini (2013-2014)
  Lumen fidei (2013-2014)
  La Chiesa e le leggi (2013-2014)
  Fides et ratio (2012-2013)
  Gesù spiega i comandamenti (2012-2013)
  I Salmi penitenziali (2012-2013)
  La famiglia alla scuola della Sapienza (2012-2013)
  Giovani tra futuro e fede (2012-2013)
  Il Battesimo spiegato ai bambini (2012-2013)
  Sui passi del tempo (2011-2013)
  I Comandamenti spiegati ai bambini (2011-2012)
  70 volte 7 (2011-2012)
  Le nostre radici (2011-2012)
  Giovani verso il matrimonio (2010-2012)
  Il Catechismo di Pio X (2010-2011)
  Parole piovute dal Cielo (2010-2011)
  Errori e Verità (2010-2011)
  Bambini santi (2010-2011)
  L'Eucaristia spegata ai bambini (2010-2011)
  Filosofie e verità (2009-2010)
  Il sacerdote innamorato di Cristo (2009-2010)
  La TV ci guarda (2009-2010)
  Se non diventerete come bambini (2009-2010)
  Caritas in veritate (2009-2010)
  Piccoli raggi (2008-2010)
  Il catechismo (2005-2010)
   Le sette (2008-2009)
  Missione giovani (2008-2009)
  I nostri talenti (2008)
  Pillole di saggezza (2008)
  Emergenze planetarie (2007-2008)
  Il Vangelo della fede (2007-2008)
  La Via Crucis di S.Leonardo (2007-2008)
  Noi giovani (2005-2008)
  Spazio per l'innocenza (2005-2008)
  Genitori a scuola (2003-2008)
  La Sapienza (2007)
  Vangelo in chiave coniugale e Preghiera a 2 voci (2003-2007)
  Spigolando qua e là (2003-2007)
  Massime e Risatine (2003-2007)
  Provocazioni evangeliche (2004-2007)
  Deus caritas est (2006-2007)
  Con S.Pietro, pietre vive (2006-2007)
  Ut unum sint (2006-2007)
  A piccoli passi (2005-2006)
  Semi di Speranza (2005-2006)
  L'arte di Comunicare (2005-2006)
  Apocalisse (2005-2006)
  Rubriche 2004-2005
  Rubriche 2002-2003
  SEZIONI NON FISSE ANNI PRECEDENTI
 


DICEMBRE 2006

 

 

 

UN ORATORIO IN FESTA

   L'Oratorio S. Giovanni Bosco può considerarsi “spazio d'accoglienza” per la città di Ugento: i bambini vi trovano i loro giochi in luogo protetto, i giovani lo considerano la loro seconda casa, dove hanno occasioni di educazione, di incontro, di svago; agli adulti sono offerte possibilità di formazione permanente, di ascolto, di preghiera…

  Mancava un tassello: l'attenzione e l'assistenza ai meno giovani, e sabato, 25 novembre, è stata messa la “prima pietra” per la Casa d'accoglienza “Tutto per Amore”. Così è stato suggerito che si chiami quest'opera, perché, se il nome connota le realtà che lo portano, ci auguriamo e speriamo caldamente, che gli anziani siano veramente accolti e “coccolati” in questa casa per amore e con amore.

  Nella parrocchia si respira già aria di Amore Misericordioso, per la presenza in essa di sacerdoti, suore e laici che la animano proprio nel nome di Gesù Amore Misericordioso. Ma quest'opera, che ci auguriamo che sia realizzata senza indugio, servirà proprio per evidenziare l'aggettivo “misericordioso” che caratterizza il nome di Dio.

  L'amore preferenziale di Gesù, ci dice Madre Speranza, si rivolge soprattutto ai più deboli, ai più bisognosi, ai più sofferenti… chi, più degli anziani, si trova in questa situazione? E' giusto, allora, che le Ancelle, i Figli e i Laici dell'Amore Misericordioso si prendano cura degli anziani con vero amore.

  La bella circostanza della benedizione della prima pietra da parte del Vescovo, che ha visto riuniti, intorno alla cara signora Ida Concedi, esimia benefattrice, i sacerdoti, le suore, un gran numero di Ugentini, oltre alla presenza qualificata del Sindaco, degli Assessori, di ingegneri, ragionieri, architetti e maestranze delle tre ditte preposte alla costruzione della casa, fa proprio pensare che tutto si realizzerà celermente e in armonia di intenti.

  Don Stefano è un buon tessitore di relazioni e siamo sicuri che, oltre alla presenza, otterrà anche gli aiuti necessari per portare a termine il progetto.

  E' stata una festa, perché tutto ciò che si fa in nome di Gesù, diventa una festa. Il tono gioioso è stato dato dalla musica e dal canto del tenero coretto dei più piccoli, che, speriamo, continueranno a rallegrare con la loro gioia innocente, la presenza degli ospiti della Casa di accoglienza.

  Il tutto è stato completato da un abbondante rinfresco, offerto dalle tre ditte che realizzeranno la costruzione.

  Un grazie di cuore va alla signora Ida, a quanti si sono impegnati perché questo progetto diventasse realtà e a tutti quelli che hanno collaborato, collaborano e collaboreranno, a qualsiasi titolo, alla realizzazione e all'animazione di quest'opera di carità concreta.

  Ci auguriamo infine di poterci ritrovare ancora tutti insieme, al più presto, per partecipare alla consegna delle chiavi e alla festa di inaugurazione di questa Casa tanto cara all'Amore Misericordioso.

  Quando la carità diventa operativa, è sempre segno che i cuori non si sono intorpiditi nel pigro egoismo, ma sanno scomodarsi per farsi prossimo.

  Così fece il “Buon Samaritano”, di fama evangelica, così fanno i cristiani che, attenti al grido dei poveri, hanno occhi per vedere, orecchie per sentire, braccia per soccorrere.

  Auguriamoci che siano tante le realtà ecclesiali, che sanno rispondere alle grida di soccorso, che si alzano dall'umanità sofferente, in questi tempi difficili e contraddittori, ricchi di tutto ma poveri d'amore.

 


 
 

Per qualsiasi informazione o se volete partecipare al nostro giornalino inviandoci del materiale scrivete a questo indirizzo
email: s.rifugio@tiscali.it
Ultimo aggiornamento: 7 agosto 2019
 
© Forma e contenuto del sito sono proprietà intellettuali riservate
Questo sito è ottimizzato per Internet Explorer 5 o superiore